Archivi del mese: Marzo 2020

Vittorio Sereni, Anni dopo

da Frontiera Anni dopo La splendida la delirante pioggia s’è quietata, con le rade ci bacia ultime stille. Ritornati all’aperto amore m’è accanto e amicizia. E quello, che fino a poco fa quasi implorava, dall’abbuiato portico brusìo romba alle spalle … Continua a leggere

Pubblicato in Letteratura, Poesia, Verso la tradizione | Contrassegnato , , , , | Lascia un commento

Eugenio Montale, Spesso il male di vivere ho incontrato

da Ossi di seppia Spesso il male di vivere ho incontrato Spesso il male di vivere ho incontrato era il rivo strozzato che gorgoglia era l’incartocciarsi della foglia riarsa, era il cavallo stramazzato.

Pubblicato in Letteratura, Poesia, Verso la tradizione | Contrassegnato , , , , | Lascia un commento

#4 Primavera in haiku

La notte di primavera finisce, l’alba sorgesui ciliegi.(Matsuo Bashou)

Pubblicato in Letteratura, Nippoesia, Poesia | Contrassegnato , , , , , | Lascia un commento

Giuseppe Ungaretti, I fiumi

Da L’Allegria I fiumi Mi tengo a quest’albero mutilatoAbbandonato in questa dolinaChe ha il languoreDi un circoPrima o dopo lo spettacoloE guardoIl passaggio quietoDelle nuvole sulla luna

Pubblicato in Letteratura, Poesia, Verso la tradizione | Contrassegnato , , , , , | Lascia un commento

#3 Luna e Haiku

Mentre contemplo la luna, di quando in quando le nuvoleoffrono riposo. (Matsuo Bashou) Adesso che il tettoè bruciatoposso contemplare la luna. (Mizuta Masahide) Il ladro si è fermatoe canta:che luna! (Yosa Buson) © trad. R. Troncone

Pubblicato in Letteratura, Nippoesia, Poesia | Contrassegnato , , , , , | Lascia un commento

Michela Zanarella, Quando ama il nostro io si spezza

Quando ama il nostro io si spezza Quando ama il nostro io si spezza i corpi entrano a nuoto nella stessa anima e il cuore dentro ha come una luce disegnata una voce comune che fa andare gli occhi eretti … Continua a leggere

Pubblicato in Letteratura, Poesia, Versi inediti | Contrassegnato , , , , , | Lascia un commento

Umberto Saba, La capra

da Canzoniere La capra Ho parlato a una capra Era sola sul prato, era legata. Sazia d’erba, bagnata alla pioggia, belava.

Pubblicato in Letteratura, Poesia, Verso la tradizione | Contrassegnato , , , , | Lascia un commento