#1 Simone Consorti, La pioggia a Cracovia

  • 68
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •   
  •  
  •  
    68
    Shares

Per la rubrica Immagine trovata tra due pagine

© Simone Consorti
Tarda estate del 2015. Una perturbazione
da tregenda si è abbattuta sulla Polonia,
in particolare sulla città di Cracovia e
sul quartiere, già ghetto, di Kazimierz,
che prima della Seconda guerra mondiale
ospitava più di trentamila ebrei e
ora poche centinaia. Le pozzanghere
sul selciato riflettono gli edifici
della Piazza del mercato,
sinagoghe e campanili.
Una signora passa in bicicletta,
non lontana dal cimitero ebraico di
Remuh, dove durante l’occupazione
nazista, per non far conoscere
agli occupanti l’esatta entità
numerica della comunità ebraica,
andando contro un precetto sacro,
molte lapidi furono coperte
da una spessa coltre di terra.
La signora indossa un copricapo
d’altri tempi mentre, a causa
delle strade impraticabili, non
passano macchine. Pare di
essere tornati indietro nel tempo.
Sembra di vedere i nazisti, che
fanno i loro controlli nei vicoli,
e quella donna in bicicletta mi
appare come una staffetta della Resistenza…
Avrò passato mille volte la linea gotica
la mia bici ne ha fatte di corse
Eppure non sapevo che ci fosse
ogni volta in quelle borse
Di notte non vedevo
i compagni impiccati ai rami
Spuntavano tutti insieme
soltanto all’alba al mio ritorno
ed è così che cominciava ogni giorno
All’età vostra ero sempre messa
in castigo dalla maestra
e trattata come la peggiore delle ladre
perché dicevo che non ero figlia
della lupa ma di mia madre
Poi una notte tre tedeschi mi fermarono
e anche se giurai
che tornavo dal presidio
mi spogliarono e agganciarono a un ramo
Uno mi tolse la gonna
mentre gli altri urlavano qualcosa
che non capii mai
E non smisero di farlo
nemmeno quando spirai

© Simone Consorti

Questa voce è stata pubblicata in Immagine trovata tra due pagine, Letteratura e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *