#2 Carlo Tosetti, tre poesie da Crepa Madre (Pietre Vive, 2020)

  • 89
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •   
  •  
  •  
    89
    Shares

Per la rubrica Versi editi

© Carlo Tosetti

Le crepe talvolta sono così profonde che nessun tentativo di ristrutturazione può porre rimedio al crollo. Esse attraversano le pareti portanti della casa, rifugio dell’ingenuità, delle aspirazioni, delle illusioni, cosicché, come in un movimento sismico, ne sentiamo bene gli effetti. Eppure vi sono crepe, sulle quali spesso inconsapevolmente costruiamo, che non sono solo causa di rovina: la crepa madre di Tosetti, infatti, serba una forza generatrice che congiunge, e lungo i suoi margini si avvia la creazione.

Difettavo, piccolino,
quei tempi del fardello
degli anni e nelle risa,
spendendo il divenire,
solamente noi s’incappa
in lievi increspature
del trascorrere bambino:
scoppiano i polmoni, su
per l’erta pedalando,
sbucciature e poi materni
dinieghi quotidiani, pianti
convulsi e sempre vani.

La «natura» io scrivevo,
già m’avvidi marmocchio:
alla Crepa non tangeva
dei bambini il gioco morto,
altèra, indifferente
al soffocare d’ali,
al singulto di farfalle
che disseccano nel chiuso,
al ratto perpetrato
alle fate di sodali
e che gl’infiorati campi
spogliavano del volo.

Invece, io stesso
e fiduciosi altri cercammo
invano il nuovo ricetto,
saputo che terra nessuna
pensarla priva si possa
della sapiente sutura;
d’ogni accademia, ciò
concluso e siano coscienti
giovani, genti d’altrove,
nati e vissuti lontani,
cresciuti senza sciagura:
la vita è composta frattura.

Carlo Tosetti (Milano, 1969), vive a Sirtori (LC). Ha pubblicato le raccolte: Le stelle intorno ad Halley (LibroItaliano, 2000), Mus Norvegicus (Aletti, 2004), Wunderkammer (Pietre Vive, 2016), La Crepa Madre (Pietre Vive, 2020).
Suoi scritti e recensioni sono presenti in numerosi siti e riviste, tra cui Nazione Indiana, Poetarum Silva, Versante Ripido, Interno Poesia, Poesiaultracontemporanea, Atelier.

Informazioni su Carmelo Cutolo

Carmelo Cutolo (Napoli, 1985) ha conseguito il dottorato in filologia classica presso l’Università di Messina e insegna latino e greco nei licei di Napoli. Suoi testi poetici sono apparsi su La Repubblica di Napoli e di Bari, Atelier Poesia, Poesia del nostro tempo, Poetarum silva. La spuma del tempo (Oèdipus 2020) è la sua prima raccolta di poesie.
Questa voce è stata pubblicata in Letteratura, Poesia, Versi editi e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

1 risposta a #2 Carlo Tosetti, tre poesie da Crepa Madre (Pietre Vive, 2020)

  1. Pingback: La crepa madre su Poesis – Musnorvegicus

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *