Archivi tag: letteratura italiana

#11 Giulia Tosti, tre inediti

Per la rubrica Versi inediti Rana e delfino Fior di loto,il viso tuo in marealeggiava sull’acquache salina baciavo,attraverso le tue labbra.Io sparpagliatacome foglie d’ederaattendevo sul ciglio,-come un pescatore all’alba-il corpo tuocadere nella mia reteper rampicarmi su di tee rivestire la … Continua a leggere

Pubblicato in Letteratura, Poesia, Versi inediti | Contrassegnato , , , , , , , | Lascia un commento

Felicia Buonomo, Girata di lato, nascosto

Girata di lato, nascostonel puntello mancato il dolore.Mi cola dal naso, è filamento di bocca.Non soffio.Gli concedo un tremore, ingoiola pietra aguzza della disperazione.Mi naviga nell’anatomia.Penso al domani che mai muta.

Pubblicato in Letteratura, Poesia, Versi inediti | Contrassegnato , , , , , , | Lascia un commento

Rocco Scotellaro, Io non so più viverti accanto

da È fatto giorno Alla figlia del trainante Io non so più viverti accanto qualcuno mi lega la voce nel petto sei la figlia del trainante che mi toglie il respiro sulla bocca. Perché qui sotto di noi nella stalla … Continua a leggere

Pubblicato in Letteratura, Poesia, Verso la tradizione | Contrassegnato , , , , | Lascia un commento

Pier Paolo Pasolini, Vanno verso le Terme di Caracalla

da La religione del mio tempo Vanno verso le Terme di Caracalla Vanno verso le Terme di Caracalla giovani amici, a cavalcioni di Rumi o Ducati, con maschile pudore e maschile impudicizia, nelle pieghe calde dei calzoni nascondendo indifferenti, o … Continua a leggere

Pubblicato in Letteratura, Poesia, Verso la tradizione | Contrassegnato , , , , , , | Lascia un commento

Eugenio Montale, La casa dei doganieri

da Le occasioni La casa dei doganieri Tu non ricordi la casa dei doganieri sul rialzo a strapiombo sulla scogliera: desolata t’attende dalla sera, in cui v’entrò lo sciame dei tuoi pensieri e vi sostò irrequieto.

Pubblicato in Letteratura, Poesia, Verso la tradizione | Contrassegnato , , , , , | Lascia un commento

Giuseppe Ungaretti, I fiumi

Da L’Allegria I fiumi Mi tengo a quest’albero mutilatoAbbandonato in questa dolinaChe ha il languoreDi un circoPrima o dopo lo spettacoloE guardoIl passaggio quietoDelle nuvole sulla luna

Pubblicato in Letteratura, Poesia, Verso la tradizione | Contrassegnato , , , , , | Lascia un commento

Giorgio Caproni, Ricordo

da Come un’allegoria Ricordo Ricordo una chiesa antica, romita, nell’ora in cui l’aria s’arancia e si scheggia ogni voce sotto l’arcata del cielo.

Pubblicato in Letteratura, Poesia, Verso la tradizione | Contrassegnato , , , | Lascia un commento